4 febbraio 2017

[Blogger Tips] l'importanza delle etichette

Buon fine settimana *alza la manina*
oggi ho deciso di pubblicare una nuova rubrica (incredibile la quantità di rubriche che ti vengono in mente quando parli di tutto!) che ho deciso di chiamare Blogger Tips. In breve: trucchi, consigli, tutorial e chiacchiere varie.
Come primo argomento ho scelto le etichette. E adesso vi spiego perché.

bloggertricks-importanzadelleetichette
NB: precedentemente la rubrica si chiamava 'Blogger Tricks', ma successivamente ho cambiato il nome in 'Blogger Tips'.


Mettiamo caso io abbia pubblicato una recensione di un rossetto X (dove 'x' sta per 'brand') e come etichette abbia inserito:
  • rossetto X
  • recensione rossetto X
  • rossetti consigliati
Dunque, Y (alias un visitatore random) approda sul mio blog. Incuriosito dalla recensione del rossetto, vuole leggere altre mie recensioni. In questo caso il problema non si pone, perché cliccherebbe su review e *tadaaan* ecco tutte le recensioni che ho scritto. Se invece sta cercando altre recensione di rossetti, potrebbe avere qualche problemino. Va sotto il post di un rossetto recensito, ma non trova nessuna etichetta che dice rossetto, ma rossetto X che lo indirizzerà nei post dove ho recensito rossetti di quel determinato brand; recensione rossetto x che probabilmente porta nella stessa categoria di rossetto x a meno che con recensione rossetto x non intendiamo un rossetto in particolare e quindi sarà indirizzato nell'unico post pubblicato con questa tag - ovvero il post che ha appena letto; e infine rossetti consigliati e verrà indirizzato nei post con i rossetti consigliati.

Quindi alla fine ho trovato queste benedette recensioni dei rossetti?
Risposta: non proprio.

Tutto questo perché?
Perché spesso mi capita di approdare in alcuni blog e cercare qualcosa di specifico, ma fare una fatica assurda a trovare quello che cerco. Qualcuno direbbe "usa la barra di ricerca" ma non è la stessa cosa, per non parlare di quelli che NON hanno una barra di ricerca (se sei tra questi, AGGIUNGILA SUBITO). Cercando con la barra di ricerca il blog mi indirizzerebbe nei post che contengono la parola chiave cercata. Ciò vuol dire anche nei post dove ho citato suddetta parola.

Le etichette spesso vengono usate male e, credetemi, anch'io all'inizio sbagliavo. Pensavo servissero per essere indicizzati da google. Forse in parte è così (anche se ne dubito), ma le etichette di un blog sono esattamente come quelle di instagram, ovvero servono ad indirizzarci verso contenuti simili. Quindi non ha senso creare etichette che nessuno utilizza (#vogliodirecomenelcasodiinstagram #acheservonohashtagdelgenere #anchesemoltiliutilizzano #sigh) perché una volta cliccato sull'hashtag l'unico post che vedrai sarà il tuo.

Quindi se sul tuo blog scrivi una recensione e metti l'etichetta "Recensione fluida corpo Kaloderma" (che vi spammo ;)  una volta cliccato sul tag vedrai soltanto un post.

Quello che voglio dire è che bisogna usare etichette generali, non troppo specifiche, ma nemmeno troppo vaghe. Rifacciamo l'esempio del rossetto. Le etichette giuste potrebbero essere queste:

  • rossetto \\ qualcuno *me* potrebbe essere fissato con i rossetti e quindi è curioso di leggere recensioni o vedere degli swatches.
  • X (il brand)\\ Tizio è curioso di leggere pareri sul quel brand che non ha mai usato e di farsi un'opinione.
  • recensione (o, come nel mio caso, beauty review, per distinguerle dalle recensioni di film, serie tv, ecc.) per distinguerle da altri argomenti trattati.
Vi faccio un altro esempio. Spesso mi capita di leggere recensioni di libri dove l'unico tag è recensione. In un blog dove si parla di libri e gran parte dei contenuti che pubblichi sono appunto pareri sui libri, usare un termine così generale (in questo caso troppo generale) è sbagliato. Ad esempio, perché non inserire l'autore? Magari qualcuno vorrà leggere altri libri di Tizio. E perché non il genere? 

Dunque, bisogna essere sì, non troppo specifici, ma neanche troppo vaghi. Puoi anche sbizzarrirti con i tag, l'importante è che facciano il loro scopo, ovvero raggruppare in categorie post simili per facilitare la navigazione ai visitatori.

Perché se non è facile\immediata\ordinata\ecc. un visitatore X rinuncerà alla ricerca e  chiuderà subito il vostro blog, cercandone un altro. Non pensate "Se sono davvero interessati perdono due minuti del loro tempo e cercano". Vi sbagliate, perché siamo pigri e quei due minuti preziosi non li vogliamo perdere e andiamo dalla """concorrenza""".

Spero che questi consigli vi siano stati utili  e che da oggi iniziate a farne buon uso!A presto, <3

ps. Vi piace questa rubrica? C'è qualche argomento particolare che vi piacerebbe approfondissi?

SEGUIMI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER | GOOGLE + | BLOGLOVIN’

9 commenti:

  1. Bellissimo post Giusy! Io ho sempre usato le etichette come da te descritto e mi sento molto meglio, ora, a sapere di star facendo bene. Grazie :)

    RispondiElimina
  2. Molto molto molto interessante questo post. Grazie dei preziosi consigli... cmq #oggicredochescriverounpostpureio... #hosemprepensatonon servanoanullaenonhomaicapitocosaliusinoafaresulweb #alcontrariosuwappmidivertoxattirarelattenzionedelleamicheorompe. Eh eh eh eh eh carino no?

    RispondiElimina
  3. ahahhahahah è invece sono molto utili U_U

    RispondiElimina
  4. Si si ma sto dicendo esattamente quello che dici tu. Ho detto due cavolate alla fine x ridere.. xche questi tag fanno ridere ma nn ti aiutano in nessuna ricerca in effetti ^.^

    RispondiElimina
  5. ahahahaha vero, qualche volta capita anche a me di scherzarci su, però credimi, ci sono tante persone che li usano sempre male XD

    RispondiElimina
  6. E dire che stavo scrivendo un post ed ero molto attenta alle etichette... mamma mia. Mi dono sentita tesa x paura di una tua critica.. costruttiva ovviamente ^.*

    RispondiElimina
  7. Beh leggo i post x imparare cose nuove. È giusto che regole nuove mi aiutino a migliorare ^.^

    RispondiElimina